Skip to Content

Carta geoenergetica

 

Parallelamente all’attività di semplificazione normativa, Regione Lombardia, con il supporto tecnico di Infrastrutture Lombarde S.p.A., ha avviato i lavori per rendere disponibile la prima Carta Geoenergetica regionale, uno strumento conoscitivo indispensabile per identificare e valutare le potenzialità del territorio in funzione delle diverse caratteristiche litologiche e idrogeologiche del sottosuolo.

Il progetto è funzionale a favorire la diffusione degli impianti che sfruttano la geotermia a bassa entalpia e, nel contempo, intende agevolare la Pubblica Amministrazione nel controllo e nella pianificazione del proprio territorio.

Attualmente è disponibile una prima cartografia regionale a scala 1:250.000 che rappresenta nello spazio il potenziale geotermico in funzione della stretta relazione che intercorre tra quest’ultimo e le condizioni in cui l’impianto si trova ad operare, ovvero litologia prevalente (determinata dalle rocce presenti nel sottosuolo) ed eventuale presenza di acquifero freatico.

Lo sviluppo della Carta Geoenergetica porterà a migliorare il livello informativo attualmente disponibile grazie all’acquisizione di dati di maggior dettaglio derivati dall’attività di monitoraggio degli impianti esistenti. Nella mappa sotto riportata è rappresentata la distribuzione territoriale del potenziale geotermico associato alle diverse formazioni geologiche superficiali. Viene altresì evidenziata la relazione spaziale che intercorre tra il potenziale geotermico e la presenza di acque sotterranee nelle aree pianeggianti caratterizzate dalla coesistenza prevalente di ghiaie e sabbie.